venerdì 16 dicembre 2016

Quinto giorno di Chemio

...Mi sa proprio che stai perdendo 5-0 caro Mr. Hodgkin! 😜 Quando sono entrata in reparto, questa mattina, le infermiere mi hanno accolto con abbracci e sorrisi: sapevano tutte che la PET era risultata negativa, e festeggiare con loro il mio salto verso la guarigione è stato bellissimo. In questi mesi mi hanno coccolato, abbracciato quando avevo paura e fatto ridere quando ero triste. Le adoro, tutte... Le ore di terapia sono trascorse molto velocemente oggi: per la prima volta ero la più "anziana" in sala: alla mia destra una ragazzina di soli 18 anni, alle prese con una bestia che non la lasciava ormai da 4 anni... Dall'altra parte una di 26, con un linfoma refrattario alla chemio che l'ha costretta ad autotrapianto  ed altre sofferenze.
Quando sento queste storie capisco di essere fortunata ad aver quasi estirpato il mio nemico in così poco tempo. Certo, ho una gran paura che torni, però. Non posso negarlo. A parte un sonno tremendo, per il momento non avverto grossi effetti collaterali... Sono fortunata anche in questo! Questa settimana, piena anche di ottime notizie dal punto di vista lavorativo, mi ha fatto dei regali stupendi. Quando ti dicono che non c'è più tumore dentro di te, che ciò che ti stava uccidendo è stato eliminato, che è fuori dal tuo corpo, ti senti pervaso da una linfa vitale nuova. Ho letto ed ascoltato in tanti blog la parola "rinascita" con molto scetticismo, ma ora che sto vivendo anche io queste emozioni capisco che nulla è più veritiero ed appropriato.

Vivere è bellissimo.